Non ci credo

H

o ben chiaro ciò di cui ho bisogno ed è un lungo, lunghissimo periodo di riposo. In modo particolare devo spegnere il cervello e smetterla di preoccuparmi di cose futili come il lavoro. Mi rendo conto di farlo molto più di chi dovrebbe e già per questo dovrei stare sereno e lasciare che siano gli altri a fasciarsi la testa. Non ho più l’età per affrontare le novità, sono un boomer ed i cambiamenti mi indispongono da subito. Figuriamoci quando capitano nel bel mezzo di una fase in cui sto scaricando tutto lo scaricabile. Quest’anno mi ha regalato l’illusione di poter spaccare il mondo dopo una sosta forzata e poi mi ha fatto pagare il conto lasciandomi con le pile scariche e totalmente depresso. Mi consola la consapevolezza di conoscere ciò che mi serve: silenzio, vita (ancor più) sedentaria, zero relazioni, meno ancora propositi o programmi. Montare in sella oppure alzare pesi, quello mi servirà sempre, senza alcun dubbio. Non credo a chi sostiene che ci sia un’età per ogni cosa. Io penso invece che si debba vivere la vita fino in fondo, senza sprecare nulla del tempo che ci viene concesso. Quando sembra difficile (se non impossibile) si deve tirare fuori una grande forza mentale e la speranza di arrivare, un giorno, ad essere nella condizione mentale da poter pretendere il meglio. Non conta di avere cinquantaquattro anni ma quello che ti sta capitando. Le difficoltà sembrano dirti che sei alla fine e che l’unica vita che ti viene concessa sarà all’insegna della rassegnazione. Non ci credo. Non ci credo. Non è il mio momento. Arriverà. 

Pubblicità

3 pensieri su “Non ci credo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...